Furto di identità su internet, come difendersi

 

 

 

Il furto di identità in rete è un problema molto più serio di quanto si possa pensare: sono centinaia se non migliaia le persone che ogni giorno vedono “clonata” la propria figura sul web.

In un momento storico in cui la privacy e la sicurezza sembrano essere in perenne pericolo, proteggere la propria figura in rete è assolutamente necessario.

Furto di identità: come mai è così comune?

Imprese e web agency che si occupano generalmente di web marketing in Italia, si stanno concentrando anche sulla formazione dei propri clienti per quanto riguarda la preservazione della propria identità.

Ma perché tutto questo affanno per impossessarsi di un profilo o poco più? In realtà, la nostra “presenza” su internet ha un forte valore. Non si tratta di classiche forme di truffe informatiche come phishing o simili: i nostri dati hanno un valore notevole sia per cybercriminali sia per normalissime aziende.

Ottenere questi dati, estrapolandoli da profili social o in qualunque altro modo, può rendere parecchio denaro ai malintenzionati. E ciò avviene quando si è fortunati: risulta facile comprendere come il furto di password sensibili come quelle di carte di credito può creare problemi ben più concreti.

I consigli per evitare problemi di questo tipo

Secondo quanto affermato da iSEOm, ditta che si occupa di Internet Marketing di indicizzare sito Google e del posizionamento siti a Roma, il fenomeno è in paurosa crescita. La prudenza per l’utenza non è mai troppa e, per evitare spiacevoli inconvenienti è consigliato:

  • diffidare dai siti che non possiedono un adeguato protocollo di sicurezza (HTTPS) soprattutto se essi richiedono l’inserimento di dati personali
  • diffidare da mail sospette con richieste strane, o con promesse strampalate
  • avere la particolare accortezza di NON usare sempre le stesse password su tutti i servizi online che utilizzate (anzi, sarebbe buona abitudine cambiarle di volta in volta)
  • fare sempre attenzione, quando si logga presso un servizio, che l’indirizzo del sito corrisponda realmente (nella sua interezza) a quello desiderato e non si tratti di una semplice “copia” creata come fosse una trappola
  • quando si scarica un programma, farlo sempre da siti attendibili
  • utilizzare un buon antivirus ed eventualmente un software per contrastare adware e simili

Utilizzando questi semplici accortezze si eliminano la gran parte di rischi per quanto riguarda il furto di identità. Naturalmente non si è mai completamente al sicuro: chi opera in questo settore della criminalità utilizza sempre nuovi metodi e software per poter sottrarre informazioni agli ignari internauti. Essere prudenti però, è il primo passo per cercare di mantenere al sicuro i propri dati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *